Il Cammino dell’Acqua

Da Castelpetroso a Cercemaggiore, tra religione, cultura e ambiente

Le Mappa

Il Percorso è costituito da 11 tappe e collega due importanti poli religiosi

Il Cammino

Il Cammino dell’acqua si estende per 60 chilometri e interessa ben 12 comuni

Contatti

Resta informato, contattaci per avere informazioni sugli incontri e scoprire le ultime iniziative

Vuoi sapere di più sui prossimi incontri

Resta informato sugli eventi e le iniziative del Cammino dell’Acqua

Strumenti e informazioni utili per il Cammino

Il Cammino dell’Acqua

Il Cammino dell’Acqua è un itinerario di circa 60 chilometri che unisce due importanti poli religiosi: la Basilica Minore dell’Addolorata  a Castelpetroso (IS) e il Santuario di Santa Maria della Libera a Cercemaggiore (CB). Il territorio attraversato è caratterizzato da un connubio perfetto tra paesaggio naturale e culturale dove la natura selvaggia si unisce a piccoli borghi e a sistemi economici agricoli e industriali. Il Cammino offre l’opportunità di conoscere , vivere e assaporare ogni luogo incontrato sul suo percorso immergendosi nella bellezza incontaminata della natura e della cultura locale. Il Cammino dell’Acqua è registrato nel catalogo nazionale dei cammini religiosi ed è iscritto anche nell’elenco dei cammini della Conferenza Episcopale Italiana. Il tracciato intende promuovere il territorio molisano, creando un collegamento tra i poli religiosi di Castelpetroso e Cercemaggiore e si snoda attraverso 12 comuni del comprensorio matesino e appenninico valorizzando i borghi attraversati, tra culto mariano, archeologia – la città romana di Altilia – e ambiente, data la presenza di luoghi di particolare valore naturalistico, come la Riserva Naturale Regionale di Guardiaregia – Campochiaro con annessa Oasi WWF.
L’area, infatti, è parte del nascente Parco Nazionale del Matese.

Comuni attraversati

Utilizzando come linea ideale di collegamento il Regio Tratturo Pescasseroli – Candela, la rotta del cammino attraversa numerose aree di pregio naturalistiche  con quote che variano tra 478 metri s.l.m. e 803 metri s.l.m..
I comuni attraversati
sono CastelpetrosoSanta Maria del MoliseCantalupo nel SannioSan Massimo – Bojano – San Polo Matese – Campochiaro – Guardiaregia – SepinoSan Giuliano del Sannio – Cercepiccola – Cercemaggiore.

Il cammino, lungo circa 60 chilometri, è fruibile in qualsiasi periodo dell’anno e si può scegliere di percorrerlo in entrambi i sensi di marcia 

Santuari e Testimonianze

Tra le più importanti testimonianze incontrate lungo il tracciato troviamo:  la Cattedrale di Bojano; i resti del Santuario italico di Ercole presso Campochiaro IV sec. a.C.; i borghi storici dei paesi matesini; la riserva regionale di Guardiaregia-Campochiaro, con annessa oasi WWF; gli importanti resti archeologici della città romana di Altilia presso Sepino I sec. a.C.; i circa 40.000 ettari del Parco Nazionale del Matese.

La denominazione “Cammino dell’acqua fu scelta dall’Arcivescovo Padre Giancarlo Bregantini perchè lungo tutto il cammino si può ascoltare lo scorrere dell’acqua

La Regione Molise con il progetto Due Mari, finanziato con il programma di cooperazione territoriale Italia – Albania – Montenegro, ha sostenuto il completamento degli interventi per rendere fruibile il Cammino dell’acqua anche in autonomia.

La Società Dimensione Explorer sta garantendo l’animazione e la gestione dello stesso.

 

 

Scopri il Molise che non sapevi: tra religione, cultura, architettura e ambiente

Il turismo sostenibile

I Cammini religiosi sono una grande ricchezza per la Chiesa ma anche per tutti i territori attraversati perchè grazie ad essi si valorizzano e permettono di godere ed apprezzare la bellezza naturale, culturale e religiosa delle comunità locali

Come arrivare in Molise

In AUTO 
Autostrada A1 – uscita: S. Vittore (da ROMA)
Autostrada A1 – uscita: Caianello (da NAPOLI)
Autostrada A14 – uscite: Vasto sud e Val di Sangro

In TRENO
Linea MILANO-BARI: stazione F. S. TERMOLI
Linea ROMA-CAMPOBASSO: stazione F. S. ISERNIA
Linea NAPOLI-CAMPOBASSO: stazione F. S. CAMPOBASSO

In AUTOBUS
da ROMA: Piazzale della Stazione F. S. TIBURTINA
da NAPOLI: Piazza UMBERTO
da PESCARA: Piazzale Stazione Ferrovie dello Stato

Le Tappe

Il percorso può essere intrapreso in entrambe i sensi di marcia, per semplicità descrittiva si elencano le Tappe da comune a comune percorrendo idealmente il Cammino da Castelpetroso a Cercemaggiore.

Tappa 1 principale

CASTELPETROSOSANTA MARIA DEL MOLISE

Partenza: Castelpetroso

Arrivo: Santa Maria del Molise

Distanza: 6,80 km

Tempo di percorrenza: 2,00 h

Difficoltà: “E” Escursionistico

Dislivello: +130 m  -360 m 

Periodo consigliato: Tutte le stagioni

Traccia GPX: download

Tappa 1 variante

CASTELPETROSOSANTA MARIA DEL MOLISE

Partenza: Castelpetroso

Arrivo: Santa Maria del Molise

Distanza: 10,50 km

Tempo di percorrenza: 3,50 h

Difficoltà: “E” Escursionistico

Dislivello: +400 m  -630 m 

Periodo consigliato: Tutte le stagioni

Traccia GPXdownload

Descrizione del percorso

Basilica Minore dell’Addolorata di Castelpetroso  ⇒  Santa Maria del Molise

Questa esperienza di viaggio prende il via dal Santuario dell’Addolorata di Castelpetroso dove è da subito possibile effettuare una prima scelta sul percorso da seguire. Le opzioni sono due: la prima è il percorso principale; la seconda è una variante al principale che effettua una deviazione per andare a visitare lo scenografico borgo di Sant’Angelo in Grotte (vedi mappa).

Criticità: nessuna.

 

 

Tappa 2

SANTA MARIA DEL MOLISE CANTALUPO NEL SANNIO

Partenza: Santa Maria del Molise

Arrivo: Cantalupo del Sannio

Distanza: 6.80 km

Tempo di percorrenza: 1 h 30 m

Difficoltà: “E” Escursionistico

Dislivello: +130 m   -120 m 

Periodo consigliato: Tutte le stagioni

Traccia GPXdownload

Descrizione del percorso

Santa Maria del Molise Cantalupo del Sannio

Una tappa breve priva di difficoltà. Il percorso si sviluppa prevalentemente in piano su strade bianche ed un 50% di asfalto, unica criticità, il superamento della strada statale SS17 che avviene utilizzando il cavalcavia dello svincolo che porta a Macchiagodena.

Criticità: nessuna.

 

Tappa 3

CANTALUPO NEL SANNIO SAN MASSIMO

Partenza: Cantalupo nel Sannio

Arrivo: San Massimo

Distanza: 5,00 km

Tempo di percorrenza: 1 h 20 m

Difficoltà: “E” Escursionistico

Dislivello: +140 m  -110 m

Periodo consigliato: Tutte le stagioni

Traccia GPXdownload

Descrizione del percorso

Cantalupo nel Sannio ⇒ San Massimo

Un’altra facile tappa che accompagna il camminatore a percorrere un breve frammento del Tratturo Pescasseroli-Candela. Dal centro di Cantalupo nel Sannio si scende a valle per seguire il Tratturo fino a raggiungere San Massimo. Il percorso si sviluppa prevalentemente in piano su strade d’erba ed un 50% di asfalto.

Criticità: attraversamento strada a scorrimento veloce SP106 in ingresso a San Massimo.

Tappa 4

SAN MASSIMO BOJANO

Partenza: San Massimo

Arrivo: Bojano

Distanza: 6,70 km

Tempo di percorrenza: 1 h 50 m

Difficoltà: “E” Escursionistico

Dislivello: +20 m -160 m

Periodo consigliato: Tutte le stagioni

Traccia GPXdownload

Descrizione del percorso

San Massimo Bojano

Il Cammino, anche in questa tappa, segue il tracciato del Regio Tratturo. Da San Massimo si ridiscende a valle su asfalto per poi proseguire su strade bianche fino ad attraversare la frazione di Bojano, Castellone. Superata la piccola frazione, l’itinerario entra in Bojano. Il percorso si sviluppa prevalentemente in piano con un 50% di asfalto.

Criticità: nessuna.

Tappa 5

BOJANO SAN POLO MATESE

Partenza: Bojano

Arrivo: San Polo Matese

Distanza: 5,00 km

Tempo di percorrenza: 1 h 40 m

Difficoltà: “E” Escursionistico

Dislivello: +260 m  -30 m

Periodo consigliato: Tutte le stagioni

Traccia GPXdownload

Descrizione del percorso

Bojano San Polo Matese

In uscita da Bojano si continua a seguire il Tratturo per pochi chilometri dopodichè lo si abbandona temporaneamente per dirigersi verso il caratteristico borgo di San Polo Matese. Il borgo è arroccato su un’altura ai piedi del Massiccio del Matese, il percorso affronta in linea retta la ripida salita dell’ultimo tratto in ingresso al centro abitato. Il percorso si sviluppa per il 70% su asfalto.

Criticità: 500 mt. di salita ripida

Tappa 6

SAN POLO MATESE CAMPOCHIARO

Partenza: San Polo Matese

Arrivo: Campochiaro

Distanza: 2,80 km

Tempo di percorrenza: 0 h 45 m

Difficoltà: “E” Escursionistico

Dislivello: +140 m -150 m

Periodo consigliato: Tutte le stagioni

Traccia GPXdownload

Descrizione del percorso

San Polo Matese Campochiaro

La Tappa ricalca un antico collegamento pedemontano all’interno di aree boscose e piccoli coltivi dimenticati. Continue salite e discese accompagnano il camminatore in zone isolate e immerse in una natura incontaminata. Il percorso si sviluppa per il 90% su mulattiere con fondo pietroso.

Criticità: brevi passaggi esposti ma non difficili.

Tappa 7

CAMPOCHIARO GUARDIAREGIA

Partenza: Campochiaro

Arrivo: Guardiaregia

Distanza: 5,20 km

Tempo di percorrenza: 1 h 30 m

Difficoltà: “E” Escurzionistico

Dislivello: +290 m  -320 m

Periodo consigliato: Tutte le stagioni

Traccia GPXdownload

Descrizione del percorso

Campochiaro Guardiaregia

Un’altra Tappa all’interno di aree boscose che attraversa boschi di castagno e latifoglie seguendo parzialmente un percorso escursionistico del CAI. A circa metà della tappa si raggiunge l’Oasi del WWF , il tracciato costeggia la recinzione dell’area faunistica. Continue salite e discese accompagnano il camminatore in zone isolate e immerse in una natura incontaminata. Il percorso si sviluppa per il 60% su sentieri montani con fondo in terra, la restante parte è su asfalto.

Criticità: Breve e ripida salita in ingresso a Guardiaregia.

Tappa 8 principale

 GUARDIAREGIA ALTILIA (SEPINO)

Partenza: Guardiaregia

Arrivo: Altilia (Sepino)

Distanza: 9,20 km

Tempo di percorrenza: 2 h 40 m

Difficoltà: “E” Escursionistico

Dislivello: +150 m -290 m

Periodo consigliato: Tutte le stagioni

Traccia GPXdownload

Tappa 8 variante

  ALTILIA SEPINO

Partenza: Altilia

Arrivo: Sepino

Distanza: 3,20 km

Tempo di percorrenza: 0 h 45 m

Difficoltà: “E” Escursionistico

Dislivello: +180 m -25 m

Periodo consigliato: Tutte le stagioni

Traccia GPXdownload

Descrizione del percorso

Guardiaregia Altilia (Sepino)

Si torna a percorrere il Regio Tratturo. Usciti dal borgo di Guardiaregia, dopo aver percorso un breve tratto in piano, si svolta di 90 gradi a sinistra per scendere ripidamente sul Tratturo. Raggiunta la “strada d’erba” la si percorrerà in direzione sud-est per circa 6 km. Fino a raggiungere la porta di ingresso dell’antica città romana di Altilia. La Tappa è tecnicamente finita però è possibile raggiungere il vicino borgo di Sepino seguendo la variante (vedi mappa). Il percorso si sviluppa per il 70% su mulattiere d’erba e sterrati, la restante parte è su asfalto.

Criticità: Piccoli attraversamenti di ruscelli a carattere torrentizio.

 

Tappa 9 principale

 ALTILIA (SEPINO) SAN GIULIANO DEL SANNIO

Partenza: Altilia (Sepino)

Arrivo: San Giuliano del Sannio

Distanza: 5,00 km

Tempo di percorrenza: 1 h 10 m

Difficoltà: “E” Escursionistico

Dislivello: +130 m  -50 m 

Periodo consigliato: Tutte le stagioni

Traccia GPXdownload

Tappa 9 variante

 SEPINO ALTILIA

Partenza: Sepino

Arrivo: Altilia (Sepino)

Distanza: 3,20 km

Tempo di percorrenza: 0 h 40 m

Difficoltà: “E” Escursionistico

Dislivello: +20 m -160 m

Periodo consigliato: Tutte le stagioni

Traccia GPXdownload

Descrizione del percorso

Altilia (Sepino) San Giuliano del Sannio

Lasciata alle spalle la piccola città romana di Altilia, e percorso circa un chilometro, si lascia definitivamente il Tratturo svoltando di 90 gradi a sinistra. L’intera tappa è totalmente su strade secondarie asfaltate e pianeggianti, l’unica salita è in ingresso a San Giuliano del Sannio.
Se invece l’inizio Tappa avviene dal borgo di Sepino, la traccia di variante dal paese raggiunge il tratturo lungo strade bianche e mulattiere in terra (vedi mappa).

Criticità: La variante in partenza da Sepino fa attraversare un Torrente a carattere torrentizio che, anche in condizioni di secca, presenta un breve guado con acqua bassa.

Tappa 10

 SAN GIULIANO DEL SANNIO – CERCEPICCOLA

Partenza: San Giuliano del Sannio

Arrivo: Cercepiccola

Distanza: 3,00 km

Tempo di percorrenza: 0 h 50 m

Difficoltà: “E” Escursionistico

Dislivello: +120 m  -80 m

Periodo consigliato: Tutte le stagioni

Traccia GPXdownload

Descrizione del percorso

San Giuliano nel Sannio Cercepiccola

Non molto lontano da San Giuliano del Sannio, Cercepiccola si raggiunge percorrendo strette strade secondarie asfaltate. Pochi dislivelli ad esclusione della tratta in ingresso al paese. Il percorso si sviluppa per il 90% su strada asfaltata.

Criticità: In prossimità dell’arrivo a Cercepiccola, il percorso è costretto ad attraversare un piccolo vallone con ripida discesa e risalita dal Torrente che la attraversa. Prestare attenzione poiché molto ripido e scivoloso.

Tappa 11

Tappa 11

 CERCEPICCOLA – CERCEMAGGIORE

Partenza: Cercepiccola

Arrivo: Cercemaggiore

Distanza: 4,30 km

Tempo di percorrenza: 1 h 10 m

Difficoltà: “E” Escursionistico

Dislivello: +180 m -120 m

Periodo consigliato: Tutte le stagioni

Traccia GPXdownload

Descrizione del percorso

Cercepiccola Cercemaggiore

Ultima tappa del Cammino. Dopo aver attraversato gli stretti vicoli di Cercepiccola il percorso continua su strada asfaltata a mezza costa con affaccio sulla valle del fiume Tammaro. L’ultimo sforzo è riservato alla salita finale, un chilometro e mezzo circa che, con pendenza costante, ci accompagna fino alle porte del Santuario di Santa Maria della Libera, meta finale del viaggio sul Cammino dell’Acqua.

Criticità: La strada comunale percorsa in questa tappa è abbastanza trafficata dai residenti, prestare attenzione.

Eventi

Contattaci

Richiedi informazioni su eventi e iniziative del Cammino dell’Acqua

13 + 12 =